Entrando nel mondo delle favole

La favola dà il benvenuto ai suoi visitatori.. i piccoli sognatori che si lasciano trascinare dai loro genitori in avventurosi magici viaggi, portando con sé il loro peluche, la mano della mamma e i loro curiosi mille "perché?" .. tutto il resto non conta.Con la loro grande nave la sera arrivano davanti a quest'isola pronti per ascoltare la dolce, soave e rassicurante voce della loro cara guida.

 

La mamma, contenta e a volte un po' stanca, descrive ora un dettaglio, ora un altro... con parole incantevoli, lette da piccola , ricordate a memoria, a volte inventate. Il piccolo in tutti i casi rimane assorto, meravigliato.. e con mille curiosità su quel mondo, grazie alle facce che la mamma fa e a quelle vocine strane,  da orso,  da principessa o da tartarughina.

 

Esausto si addormenta inebriato,stregato. Perché la favola è un momento magico in cui il vero protagonista è proprio lui, e la vera storia è il suo narratore, da cui si sente protetto e accompagnato nel viaggio ancora molto lungo e ricco di incognite che è la vita. A volte è la mamma, a volte un nonno sbadato che non ricorda nessuna storia e ne inventa alcune bizzare e inverosimili, poco importa. A volte è il papà, ma perché no? Anche la sorellina più grande, comunque lui è lì, impaziente di cibarsi di questo regalo magico ed eterno. Che da piccolo riceve, da adolescente "capisce" e da grande ricorda e dona a sua volta ai suoi figli... sperando che anche loro possano ricevere quello stesso amore di cui lui adorava tanto nutrirsi.